Chi siamo♡ Relazione sul lavoro Svolto – La Casa di Axel Odv

LA CASA DI AXEL Odv
Associazione per l’accoglienza e l’adozione di animali abbandonati  –

RELAZIONE DESCRITTIVA SULLE ATTIVITA’ SVOLTE E SUL LAVORO SOSTENUTO
DALL’ASSOCIAZIONE “LA CASA DI AXEL”
PER IL RAGGIUNGIMENTO DEI PROPRI FINI ISTITUZIONALI

PREMESSA:

L’associazione di volontariato “La Casa di Axel” è nata da un’idea della Presidente Francesca Nassi,
per combattere il randagismo , l’abbandono, le sevizie e il maltrattamento nei confronti degli animali.
L’associazione si occupa del recupero di animali abbandonati, spesso definiti, erroneamente, aggressivi, quali i cani di razza molossoide, frutto di pregiudizi che condannano migliaia di animali ad essere abbandonati dai proprietari spaventati.
La Casa di Axel si occupa inoltre di cani meticci, abbandonati nel Sud Italia, cani che hanno conosciuto il canile, le perreras spagnole, o l’indifferenza di allevatori che li hanno usati per la riproduzione.

MISSION:

Il cane che viene abbandonato passa rapidamente da una vita giocosa e piena d’amore, in quella che lui credeva essere la sua famiglia, o  la sua situazione affidataria, ad una condizione assolutamente diversa.
La paura, il dolore fisico e psicologico minano il suo equilibrio e la sua sicurezza.
tutti noi possiamo renderci conto di quanto questa situazione possa portare a pericolosi sviluppi.
La Casa di Axel, con la sua competenza ed esperienza, si stringe intorno al cane, con tutte le sue risorse, per un recupero comportamentale.
Questo significa accoglierlo, curarlo, microchipparlo, sverminarlo e soprattutto educarlo, per preparalo all’inserimento nella sua nuova famiglia.
La realizzazione di questi obbiettivi prevede che vengano erogati fondi, che altrimenti non arrivano in modo sufficiente dalle donazioni dei volontari.

ATTIVITA’ SVOLTE:

L’associazione La Casa di Axel ha fatto adottare oltre 1.000 cani, dal 2012 ad oggi, con una media di oltre 100 all’anno.
I risultati ottenuti fino ad oggi dimostrano in modo eloquente che gli animali accolti hanno raggiunto un buon equilibrio psicofisico, rendendo evidente come si possa combattere il randagismo,  l’abbandono e la detenzione.
Cani che erano praticamente privi di speranza, che sarebbero andati incontro a morte certa, a cui è stata donata dignita’, sicurezza, calore e famiglia.
I contatti con le famiglie adottive vengono mantenuti nel tempo, rendendo sempre a loro disposizione la competenza e l’esperienza degli educatori dell’associazione.
Questo garantisce un successo quasi assoluto e la certezza che possano rimanere nelle loro nuove famiglie.

LA STRUTTURA:

Nasce dalla volontà della Presidente Francesca Nassi, che ha investito i risparmi della propria famiglia per creare box e recinti a norma.
Immersa nella natura, con casette per i cuccioli, vaste aree sgambamento e grandi spazi verdi in cui gli educatori possono ricreare ed educare.
I box sono singoli o per coppia, a seconda dell’inclinazione e del comportamento del cane.

Presenti in struttura L’educatore cinofilo Francesco Piccinini e Luigi Nassi che insieme con Francesca si prendono cura della struttura e dei cani.
Dalla pulizia all’addestramentro.

L’ASSISTENZA:

– Accoglienza per i cuccioli che hanno perso la mamma, allattandoli, svezzandoli, crescendoli e accudendoli con professionalità, competenza e amore.
– Accoglienza di cagne incinte, abbandonate per questo, assistendole fino al parto, e occupandosi poi dell’adozione di tutti i cuccioli.
-Recupero psicofisico di cani aggressivi o con problemi comportamentali per renderli idonei all’adozione e permettere loro di rimanere nelle loro nuove famiglie.
– Consulenza agli adottanti per la risoluzione dei diversi problemi che possonoi riscontrare nella gestione dei loro animali, facendo in modo che l’adozione sia “per sempre”.
– Accoglienza di meticci e randagi, provenienti dal Sud Italia, spesso con patologie che richiedono lunghe e costose cure mediche, esami e terapie farmacologiche.
Si provvede poi alla sterilizzazione, per evitare altri futuri abbandoni.
L’associazione collabora per questo con medici veterinari e strutture veterinarie specializzate.

SUPPORTO:

Gli adottanti trovano un team preparato di volontarie su cui fare affidamento, dal momento della richiesta di informazioni al momento della adozione ci sarà sostegno psicologico e consigli sempre disponibili.

Il team della Casa di Axel è diviso per dipartimenti in modo che ogni volontaria si occupi al 100% della mansione a lei incaricata.

Il periodo che intercorre tra l’accoglienza presso la struttura ed il momento dell’adozione, può variare da una settimana a svariati mesi.

In questo time gap ci saranno fotografie da fare e appelli da pubblicare, spesso e volentieri questo processo dura mesi, o invece come per cuccioli decine di richieste per una sola anima.
Questo implica notevole impegno da parte delle volontarie incaricate alle adozioni, per smistare le richieste più consone.

Ciò implica un considerevole impegno, in termini di risorse umane ed economiche.
L’associazione deve sostenere i costi dei vaccini, cure mediche, antiparassitari, sterilizzazioni e interventi per chi afflitto da patologie.
Oltre naturalmente all’alimentazione, cruelty-free, senza conservanti e allergeni, con alto contenuto proteico, ad ognuno a seconda la sua necessità.
Ogni ospite ha infatti la sua dieta bilanciata.
Ma il grosso dell’impegno economico sta nella manutenzione e continuo aggiornamento alle norme sanitarie della struttura.
Impianto elettrico, idrico, manutenzione del verde, manutenzione dei recinti e delle casette.
Tutto ciò comporta un notevolissimo esborso economico.

FINAL:

La Casa di Axel è un luogo di riscatto, di speranza e di cura, ma soprattutto di TRANSITO.
Quanti più cani andranno in adozione, tanti più cani avranno la possibilità di essere accolti e curati.
Tanti più cani troveranno la loro famiglia.
Per “La Casa di Axel” il cane non è un numero, ma un individuo, ognuno con il suo proprio nome, degno di rispetto.
Una creatura sociale che dona e richiede amore.

    Autore dell'articolo: GRETA V.