Aiutiamo Luce e Lucino ad avere una vita vera.

Petizione

Aiutiamo Luce e Lucino ad avere una vita vera….
Puoi aiutarli firmando questa petizione?
http://chng.it/KzDKw4qv

FIRMATE TUTTI! 

Caso Luce e Lucino, I due Pitbull fobici detenuti nel canile di Monopoli Ba.
Chiediamo a tutti di aiutarci a salvare queste due anime che al contrario moriranno in canile. Copiate il testo e mandatelo tutti per email agli indirizzi indicati.
Grazie a chi ci aiuterà

Indirizzi email a cui inviare:
legacane.monopoli@libero.it; sindmonopoli@comune.monopoli.ba.it; Info@dpaonlus.it; Segnalazionistriscia@edoardostoppa.com; presidenza@legadelcane.org

Oggetto: Luce e Lucino fuori dal canile di Monopoli.

Nelle scorse settimane nella città di Monopoli Ba, una coppia di pit bull è stata rinvenuta detenuta al buio in uno spazio angusto. i cani sono stati prelevati e consegnati in custodia al canile di Monopoli, la vicenda è apparsa su Facebook e documentata con un video dove i cani appaiono visibilmente terrorizzati e fobici, conseguenza evidente di maltrattamenti subiti.
I due soggetti non appaiono affatto aggressivi, ma solo molto spaventati.
Hanno bisogno di aiuto da parte di persone competenti, in una struttura adeguata, che non è un canile sovraffollato del sud Italia.

In pochi giorni il post è diventato virale sul web, suscitando l’interesse delle persone e dell’associazione animalista LA CASA DI AXEL, associazione regolarmente costituita e riconosciuta con sede in provincia di Ferrara.
L’associazione dotata di una struttura idonea, a norma e di educatori competenti, si è resa disponibile a prendere in carico a titolo gratuito per riabilitazione, spostamento e futura adozione i due Pitbull chiamati Luce e Lucino, ha fatto presente ai gestori del canile questa volontà, ma si è sentita negare la possibilità di aiutare due cani ai quali se sarà negata una riabilitazione, sono destinati ad una vita in canile.

Per tanto chiediamo l’intervento di Striscia la notizia nella persona di Edoardo Stoppa, di Paolo Bernini, della lega nazionale del cane, del comune di Monopoli e di chiunque possa aiutare affinché i gestori cambino idea e ci sia chiarito il motivo del rifiuto.

Grazie
Firma

    Autore dell'articolo: GRETA V.